teambuilding aziendale

Operatori

Inevitabilmente, agendo o non agendo, l’operatore manifesta le proprie convinzioni e posizioni più profonde, trovandosi continuamente a fare i conti con il fenomeno delle risposte reattive predeterminate, derivanti dai propri nuclei di non chiarezza; ad esempio ad una situazione alla cui radice sta la problematicità della persona rispetto alla differenza, all’aggressività, alla sessualità o all’affettività, l’operatore risponde, di fatto, al di là del buon proposito e della cognizione teorica, con la propria posizione rispetto al tema in gioco.

Le nostre proposte formative psico-relazionali rivolte a formatori, operatori sociali, educatori, mediatori dei conflitti, facilitatori, animatori e istruttori sportivi e guide ambientali, si sviluppano a partire dalla convinzione che la qualità dell’intervanto dell’operatore è strettamente legata alla sua capacità di riconoscere, all’interno dei fenomeni che si manifestano, il nucleo emozionale che la situazione rappresenta e di attivare le parti di sé adeguate al contesto in cui opera.

E’ a partire da questi presupposti di fondo che i nostri percorsi si prefiggono, attraverso l’elaborazione delle posizioni proprie di ciascun operatore rispetto a quelle che sono le principali problematiche di rapporto con sé stessi, con gli altri e con il mondo, di sondare la reale disponibilità e attitudine alla posizione educativa e di fornire maggiore competenza e adeguatezza rispetto al ruolo ricoperto.